Prendersi del tempo quando scoppia il merdone 🙂

Da fine dicembre 2017 ad oggi non siamo più in due a gestire Do it human, ma sono solo e questo ha comportato, ovviamente, una notevole mole di lavoro in più rispetto a prima. Quando Alberto, il mio ex socio, ha detto che voleva inseguire il suo sogno ovviamente sono stato felice per lui. Un po’ meno per me. Ci siamo sempre divisi i compiti e trovarsi all’improvviso da solo a gestire tutto, nonostante lui comunque per mesi mi abbia dato una mano, non è stato facile.Prendersi del tempo

In questi sei mesi ho dovuto imparare in fretta molte cose nuove tra cui l’amministrazione di una Srl che, ti assicuro, è una cosa complessa. Mi sono preso carico della gestione di tutti i clienti dell’agenzia di comunicazione, della gestione dei collaboratori, della ricerca degli autori per la casa editrice e molte altre cose che per me erano del tutto nuove. La mia faccia, quotidianamente, era all’incirca come questa:

Tutto ciò per dire cosa?

La questione è questa: prendermi del tempo per me è stato impossibile. Non che lo fosse realmente, ma io ho percepito così la mia situazione e sono stato molto preso dal “fare”. Questo è un atteggiamento che, a mio parere, un giovane imprenditore non può avere e non dovrebbe. Lasciando perdere la figura che può essere un imprenditore, un dipendente o un freelance, il punto è che prendersi del tempo fa bene a noi, al nostro lavoro e alle persone che ci circondano.

Quando stai tutti i giorni nel “fare” e non ti prendi del tempo per svagarti, ricaricare le energie, alimentare la tua creatività, come fai a portare avanti dei progetti interessanti? Come ricarichi le pile? Stai vivendo realmente o stai solo sopravvivendo?
Queste sono le domande che mi sono posto il weekend scorso e che ovviamente mi hanno mandato in crisi! Mi sono pianto addosso un pomeriggio intero arrivando alla conclusione che quella non era vita e che avere una società era troppo per me da solo e tante altre frignacce.

La soluzione di prendersi del tempo è arrivata all’improvviso nel mezzo della notte!

Ok, non è vero, volevo rendere questa storia avvincente e romanzarla un po’ 🙂 In realtà è stato parlando con le persone che amo che mi sono reso conto che la mia dispersione nel lavoro era tanta e che mi facevo distrarre da mille cose, reputando ogni messaggio, ogni mail estremamente importante ed urgente. Non era vero!

Ho deciso allora di prendermi del tempo per me e ottimizzare il tempo di lavoro:
– lavoro principalmente nel pomeriggio
– la mattina mi dedico al mio blog e in generale ai nuovi progetti che voglio realizzare
– mi alzo presto per andare in palestra e fare meditazione
– rispondo ai messaggi e alle mail solo in orari predefiniti

Questi sono gli obiettivi che mi sono dato e che voglio portare avanti questa settimana. Vediamo se sarò in grado o mollerò.
Se vuoi dirmi la tua commenta qui sotto o scrivimi cliccando qui 🙂
Questo è tutto!